Comunicato stampa - 927(2010)

Occorre una maggiore mobilitazione a favore delle persone disabili più vulnerabili, dichiara la vice segretario generale del Consiglio d’Europa

Strasburgo, 02.12.2010 – I governi devono mobilitarsi maggiormente per prevenire la “duplice discriminazione” cui sono esposte le persone disabili più vulnerabili in Europa, ha dichiarato la vice segretario generale del Consiglio d’Europa, Maud de Boer-Buquicchio, esortando gli Stati a cogliere l’occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità per proclamare il loro fermo impegno a favore di coloro che hanno maggiormente bisogno di sostegno.

L’appello di Maud de Boer-Buquicchio viene lanciato proprio nel momento in cui l’Organizzazione dei 47 Stati membri si prepara a pubblicare il bilancio intermedio del suo Piano d’azione per le persone disabili 2006-2015, che rivela che globalmente sono stati realizzati progressi significativi in materia di mobilità e di accesso all’occupazione e all’istruzione, ma che permangono carenze in materia di assistenza alle persone con disabilità più vulnerabili, come le donne, i bambini, gli anziani, gli immigrati, le persone appartenenti a gruppi minoritari, i rifugiati.

“Sarebbe un vero peccato sciupare l’ottimo lavoro compiuto finora e i notevoli progressi generali ottenuti su questioni importanti non rispondendo ai bisogni di coloro che subiscono una duplice forma di discriminazione. Dedichiamo i prossimi cinque anni ad accertarci che le misure a favore delle persone con disabilità vadano realmente a vantaggio di tutti”, ha affermato Maud Boer-Buquicchio.

La Vice Segretario generale figura tra le personalità che interverranno alla Conferenza, che si svolgerà il 9 e 10 dicembre, presso l’Elite World Hotel  di Istanbul; in occasione della conferenza, organizzata sotto l’egida della presidenza turca del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa, verrà presentato il succitato bilancio intermedio del Piano d’azione del Consiglio d’Europa. La Signora Abdullah Gül, moglie del Presidente turco, interverrà alla sessione di apertura. La partecipazione è esclusivamente su invito.

Per maggiori informazioni

Direzione della Comunicazione del Consiglio d'Europa
Tel: +33 (0)3 88 41 25 60
Fax:+33 (0)3 88 41 39 11

pressunit@coe.int

www.coe.int



 Top