Comunicato stampa - 879(2008)

I Ministri della Cultura adottano la dichiarazione di Baku

Baku 03.12.2008 - In occasione della conclusione, in data odierna, della conferenza di Baku (Azerbaigian), i Ministri della Cultura dei paesi d'Europa e delle regioni vicine hanno adottato una dichiarazione finale per la promozione del dialogo interculturale.

Il testo riassume le nozioni emerse dalla conferenza ed insiste sul potere ed il potenziale della cultura al servizio del dialogo interculturale, della pace e dello sviluppo sostenibile.

Per il ministro azerbaigiano della Cultura e del Turismo, Abulfaz Qarayev, “la dichiarazione di Baku può costituire una base solida per condurre azioni pratiche in Europa e nelle regioni vicine in attesa di risolvere i problemi ed i conflitti esistenti e promuovere il rispetto reciproco tra culture”.

Insistendo sullo stesso concetto, Gabriella Battaini-Dragoni, direttrice generale per l’Educazione, la Cultura e il Patrimonio, la Gioventù e lo Sport del Consiglio d'Europa e coordinatrice per il dialogo interculturale ritiene che, con riferimento al dialogo, “la dichiarazione di Baku aiuterà a passare dalle parole ai fatti, e dalla teoria alla pratica”.

La dichiarazione finale menziona anche gli accordi sul rafforzamento del processo di cooperazione lanciato a Baku nel quadro del Libro bianco e la messa a punto o il rafforzamento di iniziative pratiche nel corso del follow-up della conferenza.

Per maggiori informazioni sulla conferenza

Altre informazioni sulle attività del Consiglio d'Europa nel settore della cultura e del patrimonio culturale e naturale

Contatto stampa:

Ulvi Akhundlu addetto stampa, Divisione della Stampa del Consiglio d'Europa, tel. : +33 (0) 3 88 41 26 38; cell. : +33 (0) 6 61 14 83 16; Ulvi.Akhundlu@coe.int

Divisione della Stampa del Consiglio d’Europa
Tel: +33 (0)3 88 41 25 60
Fax:+33 (0)3 88 41 39 11

pressunit@coe.int

www.coe.int/press



 Top