Comunicato stampa - 153(2009)

Il Consiglio d’Europa si impegna nell’elaborazione di un piano d’azione per garantire maggiore coesione sociale

Mosca, 27.02.2009 – Al termine delle loro discussioni, i Ministri responsabili della coesione sociale degli Stati membri del Consiglio d’Europa, riuniti a Mosca il 26 e 27 febbraio, hanno invitato l’Organizzazione dei 47 ad elaborare un piano d’azione nel campo della coesione sociale.

I circa 30 ministri presenti si sono inoltre impegnati a:

    - promuovere i diritti sociali, segnatamente attraverso la ratifica della Carta sociale europea riveduta, del Codice europeo di Sicurezza sociale e del suo Protocollo nonché della Convenzione europea di Sicurezza sociale del Consiglio d’Europa;

    - dividersi le responsabilità e rafforzare il dialogo sociale;

    - instaurare tra i cittadini un clima di fiducia nel futuro, garantendo una protezione sociale adeguata di fronte alla crisi economica attuale e favorendo la mobilità sociale e l’occupazione.

Il primo ministro russo, Vladimir Putin, si è rivolto ai partecipanti della conferenza sottolineando l’importanza di un’Europa senza spaccature. “L’abbassamento degli standard sociali, il cosiddetto dumping sociale, non è la soluzione alla crisi. Non solo non permette un miglioramento della situazione ma rende ancora più difficile il ritorno ad uno sviluppo economico stabile”, ha dichiarato il Primo Ministro.

La prossima Conferenza dei Ministri del Consiglio d’Europa responsabili della coesione sociale è prevista nel 2012 in Turchia.


Maggiori informazioni

Contatto stampa :

Estelle Steiner, addetta stampa, Consiglio d’Europa

Tel. +33 (0)3 88 41 33 35, cell. +33 (0)6 08 46 01 57, estelle.steiner@coe.int

Direzione della Comunicazione del Consiglio d'Europa
Tel: +33 (0)3 88 41 25 60
Fax:+33 (0)3 88 41 39 11

pressunit@coe.int

www.coe.int



 Top